OCRI – Osservatorio crisi e risanamento delle imprese

Nell’ambito della collaborazione fra il Centro di Ricerche su Sostenibilità e Valore (CReSV) dell’Università commerciale L. Bocconi e l’Entrepreneurial Laboratory (ELab) dell’Università degli studi di Bergamo è istituito l’Osservatorio Crisi e Risanamento delle Imprese (OCRI). Il Centro nasce raccogliendo una lunga tradizione di analisi sul tema delle crisi, portata avanti negli anni dal Professor Guatri e dal Professor Brugger. Nel 2004, presso l’Università Bocconi, viene siglata l’attuale intesa tra il Centro Findustria dell’Università Bocconi e la Cattedra di Economia e Gestione delle Imprese dell’Università di Bergamo.
L’Osservatorio ha attualmente sede presso il Centro di Ricerca ELab a Bergamo in via dei Caniana 2 e presso il CReSV a Milano in via Röntgen 1.

Missione Attività Ricerche Enti patrocinanti Comitato scientifico internazionale Referenti Partner Documenti

MISSIONE

Principale scopo dell’Osservatorio è quello di contribuire alla generazione di conoscenza su crisi e risanamento aziendale e, più in generale, sui processi di cambiamento ed evoluzione delle imprese. La focalizzazione è necessariamente sulle specificità del contesto italiano, ma l’OCRI sviluppa al contempo un confronto a carattere internazionale. Questi temi, oggetto a partire dal 2005 della riforma legislativa concorsuale, appaiono oggi di particolare attualità perché il rallentamento della crescita ha posto molte aziende in crisi, talvolta irreparabile. L’Osservatorio si propone quindi di:

  • fungere da centro di aggregazione per studi e ricerche sui temi di crisi, risanamento e cambiamento aziendale, sia a carattere nazionale che internazionale
  • monitorare l’evoluzione dottrinale in materia di crisi d’impresa, con un particolare riguardo alle novità normative che riflettono l’evoluzione del contesto economico
  • essere un punto di incontro tra lo studio accademico, il mondo delle imprese e gli operatori professionali
  • contribuire all’elaborazione di strumenti per affrontare il cambiamento, stimolando la produzione dottrinale e normativa.

PRINCIPALI ATTIVITA’

Al fine di essere promotore di attività di studio, ricerca e analisi sui temi riguardanti la crisi e il risanamento delle imprese, fin dalla sua creazione l’Osservatorio:

  1. promuove convegni e seminari nazionali e internazionali in collaborazione con altre università, enti e associazioni (Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Avvocati della provincia di Milano e di Bergamo, TMA Italia-Turnaround Management Association, APRI-Associazione Professionisti Risanamento Imprese); partecipa inoltre ai maggiori incontri scientifici e seminari nazionali e internazionali, apportando il contributo delle esperienze maturate. Nella sezione documenti è presente l’elenco delle iniziative organizzate dall’Osservatorio negli ultimi anni.
  2. sviluppa specifiche competenze manageriali in materia di risanamento all’interno dell’offerta formativa promossa dall’Università Bocconi e dell’Università di Bergamo. Altre iniziative vengono sviluppate congiuntamente con università, anche straniere, associazioni professionali e imprenditoriali e con la sezione fallimentare del Tribunale di Milano. Nella sezione documenti vi è una lista di corsi formativi a cui si è dato un contributo.
  3. monitora i processi di risanamento delle imprese nel sistema italiano attraverso un’attività di ricognizione e analisi delle diverse situazioni aziendali, ovvero:
    • raccoglie dati sulla crisi d’impresa
    • realizza un report periodico sulle dinamiche evolutive delle aziende italiane
    • raccoglie testi specifici sul tema.
  4. presenta un articolato insieme di progetti di ricerca secondo i filoni:
    • ricerche empiriche
    • approfondimenti teorici
    • monitoraggio sull’andamento delle crisi di impresa in Italia
    • monitoraggio sull’evoluzione normativa e giurisprudenziale.

I risultati sono presentati mediante pubblicazioni su riviste e discussi all’interno di seminari e conferenze.

RICERCHE IN CORSO

1. Crisi aziendale e prospettive di risanamento: la valutazione delle procedure di amministrazione straordinaria. Il progetto di ricerca è in corso dal 2010 in collaborazione con l’Università degli studi di Firenze, l’Università degli studi di Brescia, l’Università “La Sapienza” di Roma ? Facoltà di Giurisprudenza e con il Ministero dello Sviluppo Economico attraverso le rispettive strutture UVAL (Unità di Valutazione degli Investimenti Pubblici ? Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica) e DGPIC (Direzione Generale per la Politica Industriale e la Competitività ? Dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione). Attualmente è in corso la Fase I, ovvero si sta portando avanti un’analisi delle cause della crisi e dell?impatto che essa produce sia sotto il profilo dell’azione strategica sia dal punto di vista della dinamica dei valori presenti nei bilanci d’esercizio delle imprese oggetto di indagine. Dal progetto di ricerca sono emerse le seguenti pubblicazioni:

  • Danovi A., Montanaro C., (2010), “L’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza. Primi spunti di verifica empirica”, Giurisprudenza Commerciale, Vol. 37, n. 2, pp. 245-281
  • Danovi A., (2010), “Managing Large Corporate Crisis in Italy. An Empirical Survey on Extraordinary Administration”, Journal of Global Strategic Management, Vol. 4, pp. 61-76
  • Danovi A., (2010), “Extraordinary Administration: The Italian Way of Managing Large Corporate Crisis in Italy”, Corporativnye Finansy, Vol. 4, pp. 5-16 (pubblicato in lingua russa)
  • Danovi A., Falini A., (2012), “Profili di indebitamento e risultati reddituali nelle imprese assoggettate a Amministrazione Straordinaria”, Finanza, Marketing e Produzione
  • Danovi A., Falini A., Macario N., (2013), “Livello di indebitamento e risultati operativi nell’Amministrazione Straordinaria delle grandi imprese in crisi”, IRTOP, Vol. 1.

2. Il Case-based Reasoning per la previsione della crisi d’impresa e dei territori. A partire dal 2010, in collaborazione con l’Università di Milano Bicocca e all’interno del “Progetto PMI” del CRIET (Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia del Territorio) è in corso questa ricerca. All’interno del progetto è stato pubblicato nel mese di novembre 2011 uno speciale del Sole 24 Ore “Crisi d’Impresa” a cura di A. Danovi, R. Legnani, F. Ceruti e A. Mazzucchelli.

3. Spesa sanitaria, sostenibilità e possibili crisi di sistema. Questo progetto di ricerca nasce da una collaborazione fra l’Osservatorio e docenti di epidemiologia dell’Università degli studi di Milano Bicocca. I primi risultati sono stati presentati alle conferenze internazionali EBES 2012 di Istanbul, EURAM 2012 di Rotterdam e al World Health Summit di Berlino. Attualmente dalla ricerca sono emerse le seguenti pubblicazioni:

  • Danovi A., Olgiati S., (2012), “The Financial Framework of the Sustainability of Health Universal Coverage in Italy. A Quantitive Financial Model for the Assessment of the Italian Stability and Reform Program of Public Health Financing”, ArXiv 1207.6278, Università Cornell
  • Danovi A., Olgiati S., Lazzereni A., Cesana G., (2013), “The Turnaround of the Exponential Growth of Public Health Financing in Italy”, proceeding book’s EURAM 2012
  • Danovi A., Olgiati S., Lazzereni A., Cesana G., (forthcoming), “The Framework of Sustainability of Health Universal Coverage in Italy: Into and Beyond the Eurozone Financial Crisis – Introducing the Sustainability Index σ with an Assessment of the Impact of the Italian Stability and Reform Program 2011-2014 on Public Health Care Financing”, in referaggio da Health Economics
  • Danovi A., Olgiati S., Lazzereni A., Cesana G., (forthcoming), “Public Health Financing in Italy. A Potential Source of Instability in Times of Pervasive Economic Recession”, presentato a Euromed 2012.

4. La gestione dei crediti non performing nel sistema bancario italiano. Dal 2005 si sta raccogliendo materiale per svolgere su questo tema una ricerca di Ateneo dell’Università degli studi di Bergamo. In particolare, nel 2007 è stata fatta un’indagine mediante questionario e lo studio di un caso di eccellenza. Ad oggi la ricerca ha dato luogo a una prima pubblicazione preliminare:

  • Danovi A., Bailo G., (2008), “Il rischio di credito delle maggiori banche italiane. Prime evidenze da un’analisi empirica”, IRTOP Journal of Investor Relations, Vol. 4.

5. Concordato preventivo. Questo progetto di ricerca è svolto in collaborazione con la sezione fallimentare del Tribunale di Milano a partire dal 2004. Al suo interno vi sono alcuni specifici studi:

  1. La storia delle aziende lombarde attraverso la crisi d’impresa, che ha coinvolto altre università, la sezione fallimentare del Tribunale di Milano e la CCIAA di Milano. La parte concettuale della ricerca è stata presentata nell’articolo: Danovi A., (2004), “Una storia della crisi dell’impresa lombarda attraverso i dati della sezione fallimentare del tribunale di Milano – proposta di scheda di rilevazione dati”, Rivista dei dottori commercialisti, Vol. 6.
  2. Efficienza ed efficacia delle procedure concorsuali minori nei tribunali di Milano, Bergamo, Brescia, Monza e Treviso; attualmente partecipano la sezione fallimentare del Tribunale di Milano, l’Università commerciale L. Bocconi, le Università degli studi di Bergamo, di Brescia e del Piemonte Orientale.
  3. L’influenza della corporate governance nella crisi d’impresa, da cui sono emerse le pubblicazioni:
    • Danovi A., (2009), “Corporate governance e crisi d’impresa”, IRTOP, Vol.3-4
    • Danovi A. (a cura di), (2010), Quale governance per le PMI, Giuffrè Editore, Milano.

6. Educazione finanziaria. A partire dal 2012 l’OCRI collabora a questo progetto, proposto all’interno dell’Osservatorio sul Credito con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sui temi dell’economia e della finanza. L’attività scientifica in carico all’OCRI riguarda l’analisi dei questionari di “valutazione delle conoscenze economico-finanziarie” e l’organizzazione della didattica in aula presso gli istituti superiori.

7. Modelli previsionali dell’insolvenza: adattamento dello Z Score al contesto itaiano. La ricerca, stimolata dallo stesso prof. Altman, ideatore dello Z Score, si propone di studiare modelli previsivi dell’insolvenza adatti alle specificità del contesto italiano. Dal progetto di ricerca sono emerse le pubblicazioni:

  • Danovi A., Falini A., Altman E.I., (forthcoming), “Bankruptcy Prediction. Z’ and Z” Score Application to Italian Companies Subject to Extraordinary Administration”, in revisione da prof. E.I. Altman
  • Danovi A., Altman E.I., Falini A., (forthcoming), “La previsione dell’insolvenza: L’applicazione dello Z’ Score e dello Z” alle imprese assoggettate alle procedure di Amministrazione Straordinaria tra il 2000 e il 2010″, in referaggio da Bancaria.

Altre ricerche e pubblicazioni

L’Osservatorio ha svolto anche le seguenti ricerche:

  1. Analisi comparata della performance delle imprese in Europa, in collaborazione con le Università di HEC, Barcellona e St. Gallen – ricerca seguita dalla prof. Dossena.
  2. Le cause del delisting in Italia (ricerca di Ateneo dell’Università degli studi di Bergamo 2010/2011). Una prima mappatura del fenomeno è stata presentata a Instanbul nel 2010, con successiva pubblicazione dell?articolo:
    • Bettinelli C., Danovi A., Fabrizi E., (2010), “Why do Public Firms Go Private in Italy?”, IRTOP, Vol 4, pp.45-52.
  3. Pubblicazione di volumi e articoli legati ai temi della crisi e del risanamento aziendale:
    Monografie e Curatele
  • Danovi A., Quagli A. (a cura di), (2008), Gestione della crisi aziendale e dei processi di risanamento, Ipsoa, Milano
  • Danovi A., Dossena G., Andreini D. (a cura di), (2008), Cambiamento, ristrutturazione, competitività e crescita, Bergamo University Press, Bergamo
  • Danovi A. (a cura di), (2010), Crisi d’impresa e processo di risanamento (letture), Egea, Milano
  • Danovi A., Quagli A. (a cura di), (2010), Crisi aziendali e processo di risanamento, Ipsoa, Milano.

Articoli in riviste

  • Danovi A., Bianchi P.A., (2005), “La variabile fiscale nella ristrutturazione delle imprese in crisi”, La Valutazione delle Aziende, Vol. 38, n. 3
  • Danovi A., (2007), “L’attenzione dei dottori commercialisti per la crisi d’impresa. Risultati di una ricerca empirica”, Rivista dei dottori commercialisti, Vol. 2
  • Danovi A., (2007), “Mutui subprime, trasparenza e cultura del cambiamento”, IRTOP, Vol. 4
  • Danovi A., Tanteri M., (2009), “L’attività di Turnaround financing in Italia”, Finanza, Marketing e Produzione, Vol. 1
  • Danovi A., (2009), “Do Vulture Funds Fly in Italian Sky? Empirical Study of Italian Market”, Corporativnye Finansy, Vol. 3, pp. 44-53 (pubblicato in lingua russa)
  • Danovi A., (2010), “Private Equity for Distressed Companies in Italy”, Esperienze d’impresa, Vol. 1, pp. 125-143
  • Danovi A., Masetti M., (2012), “Gli accordi di ristrutturazione dei debiti. Il caso SNIA”, Rivista dei dottori commercialisti, Vol. 1, pp. 89-108
  • Danovi A., (2012), “Il ciclo di vita delle imprese e la necessità di una pianificazione nelle situazioni di crisi”, Rivista dei dottori commercialisti, Vol. 2, pp. 397-408
  • Danovi A., Quattrociocchi B., (forthcoming), “Crisis and Complexity of Economic and Social System: From Sinergy to Exposition”, in referaggio per Journal of Management.

ENTI PATROCINANTI

L’Osservatorio ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Milano, del Consiglio Nazionale Forense e del Consiglio Nazionale dei dottori commercialisti.

COMITATO SCIENTIFICO

L’Osservatorio si giova dell’apporto dei membri del Comitato scientifico dell’ELab a cui si aggiungono alcuni studiosi di crisi e risanamento delle imprese: il prof. Edward I. Altman della Stern School of Business, University of New York (USA), il prof. Meziane Lasfer della Cass Business School, City University London (UK), il prof. Sudi Sudarsanam della Cranfield School of Management (UK), il prof. Stefano Ambrosini dell’Università del Piemonte Orientale e la prof.ssa Patrizia Riva dell’Università del Piemonte Orientale,.

BOARD OF EXTERNAL REFEREES

Al Board of external referees dell’ELab si aggiungono: il dott. Roberto Fontana,  il dott. Taapio Lasko della Aalto University (Finlandia), il dott. Filippo D’Aquino, il dott. Alessandro Solidoro presidente di ODCEC Milano, il dott. Adriano Bianco di Alvarez & Marsal, la dott.ssa Stefania Chiaruttini, la dott.ssa Alida Paluchowski, il dott. Marcello Pollio, il dott. Luca Ramella di AlixPartners e il dott. Stefano Romanengo di Oxy Capital Italia.

REFERENTI DI SEDE DELL’OSSERVATORIO

  1. Università degli Studi di Bari A. Moro – prof. 
  2. CRIET (Centro di ricerca interuniversitario in economia del territorio) – prof. 
  3. Università degli Studi di Firenze – prof.
  4. Università del Piemonte Orientale – prof.ssa Patrizia Riva
  5. Università di Roma “La Sapienza”, sede di Latina – prof. Bernardino Quattrociocchi

PARTNER PER LA RICERCA

  • ODC Milano
  • Alixpartner
  • Price Waterhouse Coopers
  • Exvi

Documenti / Documents

1. RICERCHE E RAPPORTI DELL’OSSERVATORIO

2. RASSEGNA STAMPA

3. ALTRI DOCUMENTI